description

metamorfosi | 2018

Arte Tradizione e Tecnologia

Incisioni a Fuoco Legno Cedro del Libano di 300 anni

Dimensioni 270 X 100 cms

“Bisogna avere massimo rispetto per la materia. E’ lei il punto di partenza. E’ lei che detta l’opera, lei che la impone.”

J. Miró. La Forza della Materia.

 

click di seguito

Critica d’Arte Mr. Vittorio Marzotto

Critica d’Arte Prof. Alberto Giorgio Cassani

Collezione d’Arte Privata Mr. Giovanni Cilenti

 

L’immagine naturale viene elaborata con tecniche pittoriche digitali, per poi ritornare per metamorfosi alla materia primordiale mediante incisione a fuoco.

L’eroe metamorfico viene punito con una mutazione in animale, pianta, acqua, pietra e, nel caso dei catasterismi, in astro, ma al tempo stesso salvato dalla morte o da una sofferenza divenuta intollerabile come testimonia, tra le numerosissime disseminate non solo nel poema delle Metamorfosi ma in generale nella letteratura e nell’arte di tutti i tempi, l’avventura metamorfica di Dafne, colei che si trasforma in albero sotto la pressione di un desiderio al quale non può più sfuggire.

“Dammi aiuto” disse ”padre! Se voi fiumi avete un potere, distruggi,
mutando, l’aspetto per cui troppo piacqui!”.
Appena finita la preghiera, un pesante torpore le invade
le membra, il petto si fascia di una fibra sottile,
i capelli si allungano in fronde, le braccia in rami;
i piedi già così veloci aderiscono a radici immobili,
il volto è invaso da una cima, rimane soltanto
lo splendore di un tempo. Anche così, Febo l’ama, e, poggiata la destra
sul tronco, sente ancora trepidare il petto
sotto la nuova corteccia, e abbraccia i rami come fossero membra;
bacia il legno, e il legno rifiuta i baci.

Apollo e Dafne
Ovidio, Metamorfosi, I