About me

description

Photo “Me, Jack, Boss and Leon Delle Valli Veneziane at home”

Materia, Forma e Spazio

La Scenografia è l’elaborazione spaziale di un’Idea.
Il Mondo in cui viviamo è il nostro Teatro, tutto ciò che ci circonda è Scenografia che noi possiamo creare, modificare o semplicemente contemplare.

L’Arte digitale è estremamente importante come strumento progettuale per costruire nuove forme espressive.
Con l’Arte, l’Uomo del Rinascimento perfeziona la conoscenza: migliorare l’immagine significava nel contempo comprendere il mondo e le sue leggi. Tra queste leggi anche la nostra relazione percettiva venne studiata, così si approfondì anche il concetto di illusione spaziale, altrimenti definita prospettiva. L’arte diventò strumento di conoscenza e di indagine della realtà, scienza vera e propria su fondamenti teorici razionali come le leggi della prospettiva, da intendersi come organizzazione matematico-geometrica dei dati visivi in uno spazio.

Quindi come nel Rinascimento la prospettiva cambiò la metodologia progettuale, così oggi la progettazione digitale aggiunge nuove forme, inconcepibili se non ci fosse questo strumento. Forme, sempre più”irrazionali” e plastiche, al punto di trasformare i valori prospettici e percettivi tradizionali. Il dinamismo del futurismo, l’energia vitale con cui la pittura cubista scomponeva lo spazio tridimensionale, inquadrandolo in un’inedita molteplicità di punti di vista, la smaterializzazione dell’oggetto architettonico sino alle più contemporanee deformazioni fluide della materia architettonica confluiscono in questo dinamico strumento progettuale, permettendo di anticipare la realtà, ossia di rappresentare in fase di progettazione la simulazione realistica del progetto, prima ancora della sua realizzazione definitiva, consentendo la possibilità di valutare a priori i diversi elementi, il loro impatto visivo, la percezione della morfologia dei volumi, per l’efficacia comunicativa nella presentazione dell’opera.